“Isn’t it a pity to lose a head like this?”

Anne Boleyn

From: The private life of Henry VIII – 1933

Isn’t it a pity to lose a “head” like this (or better, this way)? For a few days, in Italy, we felt we were the “head” of Europe and seemed that everything was going to be alright.  We had defeated Germany on the football (soccer) field thanks to two beautiful SuperMario’s (Balotelli) goals, we had also beat it on the political field thanks to the other SuperMario (Monti) who obtained the approval to his plan for an anti-spread shield during the Brussels European Summit… we were the best, we were very strong, everybody told so!! But what happened then? Then, yesterday evening Spain slapped our faces four times waking us up. It’s a pity! It’s a pity because sometimes to indulge in totally irrational behaviours can help you breathe easily. It’s a pity because at least for a few days Balotelli’s goals obliged to mend their ways, or at least to shut up, all those racists that seems to have taken possession of football stadiums and that used to say that “there are no black Italians” (acting as if in Italy, a melting pot of all the Mediterranean populations since ancient times where from the end of the Roman Empire to the Unification foreign invasions and dominations have followed one another, to talk about “race” could make any sense). It’s a pity because it was nice to believe for a few days (ok, for a few hours) that the SuperMario’s success at the European summit could solve something and avoid the adoption of new “impressive” economic measures. It’s a pity because now we are awake, we must face reality once again and what lies ahead is not pleasant, starting from the spending review that’s going to be discussed and that seems it will bring new cuts on the public health care system’s expenses. It’s a pity!

“Non è un peccato perdere una testa così?”

Anna Bolena

Da: Le sei mogli di Enrico VIII – 1933

Non è un peccato perdere una “testa” così (o per meglio dire, in questo modo)? Per un po’ di giorni ci siamo sentiti alla testa dell’Europa ed è sembrato possibile che finalmente le cose ricominciassero ad andare per il verso giusto. Avevamo sbaragliato la Germania sul campo di calcio grazie ai due gol di SuperMario (Balotelli), l’avevamo battuta sul piano politico grazie al colpo dell’altro SuperMario (Monti) che era riuscito ad ottenere l’approvazione dello scudo anti-spread al vertice europeo di Bruxelles…eravamo fortissimi, lo ripetevano tutti! E poi? Poi, ieri sera quattro sberle della Spagna ci hanno risvegliato. Peccato. Peccato, perché a volte indugiare in comportamenti totalmente irrazionali serve almeno a tirare un po’ il fiato. Peccato, perché per alcuni giorni i gol di Balotelli avevano fatto ravvedere, o almeno tacere, i razzisti che da anni sembrano essersi impossessati delle curve degli stadi, quelli che dicevano “non ci sono italiani neri” (come se in Italia, dove fin dall’antichità si sono incrociate tutte le popolazioni del bacino mediterraneo e dove dalla fine dell’Impero Romano alla recente Unità  si sono succedute invasioni e dominazioni straniere, parlare di razza abbia un senso). Peccato, perché è stato bello credere per qualche giorno (ok, per qualche ora) che il successo al vertice di Bruxelles potesse risolvere davvero qualcosa e impedire l’adozione di  nuove misure economiche impressionanti. Peccato, perché ora che ci siamo svegliati dobbiamo guardare ancora una volta in faccia la realtà e quello che ci aspetta non è piacevole a partire dalla revisione della spesa pubblica che dovrà essere discussa nelle prossime ore e che sembra prevedere pesanti tagli alla spesa sanitaria. Peccato!

Related articles:

Euro 2012: Cesare Prandelli says Italy will learn from Spain defeat (bbc.co.uk/sport)

Grazie, ma ora ripartiamo – di Aligi Pontani (repubblica.it)

Spending review, giornata cruciale il governo decide l’entità dei tagli (repubblica.it)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s