“Hey! Think about it!

You! think about it!”

Mrs Murphy

From: The blues Brothers – 1980

Sometimes you need time to admit that you were wrong…

“Well, it ain’t true that my jokes were saucy. I said something that the audience thought was funny…then the second time, seeing that the audience was having fun, I insisted (…) I said that thing in a way that was not at all saucy… then the audience laughed, she laughed and then it became… naughty… but everybody was having fun, and, in particular, she was having fun! She asked me for an autograph. After that, evidently, she was under the influence of those cheap moralists and this way she changed her mind… Because at the beginning she was really amused and asked  many times to be photographed with me and there was nothing that could make you think that…She changed her mind because she was really amused (…) I will (apologize), I have no… Miss, I apologize but you’ll never read again la Repubblica, l’Unità and all those similar newspapers…”

And sometimes you need even more time to understand that these are not apologies, these are a bunch of excuses because if you did something is not your fault but because of the audience that was amused and because of the “miss” that was having too much fun and now ask you to apologize just because someone put that idea in her little head, you know she’s a woman… (but after all when you are a 76-year-old rich billionaire suffering the God complex  it’s hard to admit that you can be wrong. If you don’t understand me, please read last week post HERE).

Anyway in less than a week we’ll vote in Italy, just think how funny it could be if this man for any reason will represent our Country once again in international meetings and just think how delightful if, thanks to his fundamental help, Lega Nord (the racist and secessionist northern party) could put its hands over Lombardy, the biggest, most populous and richest Italian region (because they talk as if  once won the election the region and its inhabitant will belong to them once and forever)…

To be true I don’t believe this will happen, but you think about it.

“Hey! Pensaci!

Tu! Pensaci!”

Mrs Murphy

Da: The blues Brothers – 1980

A volte ci vuole del tempo prima di ammettere di aver sbagliato…

“Guardi non è vero che le battute erano pesanti. Io ho detto una cosa che il pubblico ha interpretato come una spiritosaggine… poi la seconda volta visto che il pubblico si divertiva ho insistito…” “…Io l’ho detto in maniera assolutamente non maliziosa…poi il pubblico ha sorriso, lei ha sorriso poi è venuto fuori…una malizia…però che ha fatto tutti divertire, segnatamente ha fatto divertire lei! Che mi ha chiesto un autografo. Dopo di che evidentemente si è lasciata influenzare dai soliti sepolcri imbiancati, da questi moralisti da due lire e ha cambiato parere…Siccome prima era divertitissima mi ha chiesto più volte di essere fotografata non c’era nulla di nulla che potesse pensare…Ha cambiato parere perché invece era divertita” “Io le faccio (le scuse) non ho nessuna… Signorina tante scuse ma non legga più la Repubblica, l’Unità e tutti gli altri giornali consimili…”

E altre volte di tempo ce ne vorrebbe ancora un po’ per capire anche che queste non sono scuse, o meglio sono tante scuse perchè lui che ci può fare se tutti si divertono e la “signorina” di più, che si sa poi è una donna e ha poco cervello e se poi in un secondo tempo si lamenta è perchè qualcuno le ha riempito la testolina di scemenze (ma dopo tutto se sei un miliardario ricco di 76 anni col complesso di Dio è davvero arduo ammettere la possibilità della tua fallibilità. Se non capite di cosa parlo per favore rileggete il post della scorsa settimana QUI).

Comunque tra meno di una settimana si vota, pensate le risate ai vertici internazionali se per uno scherzo del destino questo signore si dovesse ritrovare a rappresentare ancora una volta il nostro Paese e pensate il divertimento se grazie al fondamentale appoggio di questo campione la Lega Nord potesse mettere le mani sulla Lombardia (non governarla, ma metterci proprio le mani sopra visto che parlano come se una volta vinte le elezioni la regione e tutti i suoi abitanti diventassero una cosa loro ora e per sempre)…

Io non lo credo possibile, sia chiaro, ma voi pensateci bene.

Related articles/articoli correlati:

2 responses »

  1. Purtroppo è tipico per una certa mentalità e questa mentalità esprime anche una corrente politica che è ancora peggio. Su come questa corrente consideri la donna è emblematico il caso di Bologna (notizia di ieri) dove un consigliere di quartiere propone di intitolare una sala a Rachele Mussolini. Chi è Rachele? E’ stata la moglie ufficiale di Benito Mussolini, utilizzata (scusa l’espressione) per sfornare i figli del dittatore, rinchiusa nella casa a Riccione sempre lontana dal marito. Donna che fu solo madre, non fece scoperte scientifiche, non fece odi letterarie, fu praticamente una casalinga. Tanto considerata dal marito che in piazzale Loreto a Milano accanto al corpo di Mussolini ci fu la sua amante Claretta Petacci.

    • Ella V says:

      Complimenti al consigliere! All’epoca davano pure un premio alle “fattrici” più prolifiche, magari a qualcuno piacerebe fossimo ancora così.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s