“…We want to know… to go, where we need to go… from where we ought to go? … You know… just a simple information!”

Totò

From Totò, Peppino e la Malafemmina – 1956

It’s told that the Italian government is doing alright and it is highly appreciated all around the world, but then, almost every week some Rating agency downgrade once our Country, then our local institutions, then the banks…  In the meantime, while corruption continues to ramp up but it seems that the only brake on economic growth is the current work legislation and a right’s MP calls those who have a very low income “losers”, Italians have  a dreadful idea of their future and fail in saving anything… The problem is that now we have an existential dilemma: exactly where are we going? You know…Just a simple information!

(I know, probably English readers have no idea of who Totò is, you can click HERE to watch the scene of the movie I took the quote from)

 “…Noi vogliamo sapere…per andare dove dobbiamo andare…per dove dobbiamo andare?… Sa… è una semplice informazione!”

Totò

Da Totò, Peppino e la Malafemmina – 1956

Si dice che il governo Italiano stia facendo bene e pare sia molto apprezzato in tutto il mondo, ma poi, quasi ogni settimana, una diversa agenzia di rating declassa una volta tutto il Paese, un’altra le istituzioni locali, un’altra ancora le banche… Intanto mentre la corruzione continua a dilagare ma sembra che l’unico freno alla crescita economica sia l’attuale statuto dei lavoratori e un Deputato di destra chiama chi guadagna troppo poco uno “sfigato”, gli italiani vedono nero nel loro futuro e non riescono più a risparmiare… Il problema è che ormai ci poniamo un dilemma esistenziale: esattamente dove stiamo andando? Sapete…è una semplice informazione!

2 responses »

  1. mondeban says:

    Ho come la sensazione che qualcuno sappia dove stiamo andando (anche se fa finta di non capire e chiede “Cusa ghè?”). Ma noi come al solito rischiamo di scoprirlo solo quando saremo arrivati. Almeno continuiamo a tenerli d’occhio e a controllare continuamente la rotta, senza tregua.

  2. eh…purtroppo si può immaginare la direzione verso la quale negli ultimi 15 anni siamo stati dirottati.la rovina.ora,nelle mani dell’uomo delle banche stiamo risalendo piano piano la china,perlomeno quella della dignità nel mondo.il fatto che debba essere nominato un “esterno” per attuare programmi e norme che si sarebbero dovute intraprendere tanto tempo fa è un chiaro specchio di quanto noi italiani siamo sempre stati spettatori della politica.e spettatori non è un termine casuale,perchè per noi la politica è un circo.anzi per noi la politica è come…che ne so…lo spot dei detersivi.in fondo ci danno tutti lo stesso risultato,eliminano le macchie e inquinano l’ambiente.e nemmeno gli accadimenti in grecia,nè la crisi galoppante che ci impedisce di arrivare sereni a fine mese,neanche l’idea che il nostro futuro sia in pericolo riesce a smuovere le coscienze della massa.
    finchè il parlamento sarà nell’ennesimo stato nello stato,la direzione saranno i loro interessi.noi possiamo però pilotare nel nostro piccolo le nostre vite,con i valori che vorremo vedere nelle persone comodamente sedute nelle nostre poltrone in velluto rosso che la classe dirigente ha occupato impropriamente.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s